Festa del Cinema di Roma: day 2

SECONDO GIORNO AL ROMAFF13: RED CARPET PER CATE BLANCHETT, EDOARDO DE ANGELIS E ROBERTA GROSSMAN

Cate Blanchett red carpetIl cuore della Festa del Cinema di Roma batte oggi solo per una delle attrici più ammalianti del momento, Cate Blanchett. Nella Capitale per presentare The House with a Clock in Its Walls diretto da Eli Roth, una magica e misteriosa avventura in cui interpreta una potente maga insieme a quel perfetto stregone di Jack Black. In un completo di velluto nero firmato Armani incontra il pubblico svelando alcuni aneddoti legati ai suoi più grandi successi cinematografici e dispiegando la sua vena più romantica. Osservandola emerge la passione per il proprio lavoro e la sua voglia di “studiare cosa muove le persone, cosa le motiva”, scegliendo di interpretare ruoli che per lei restano esperienze antropologiche a tutto tondo.

La seconda giornata riesce inoltre a regalare al suo pubblico pellicole intense come Who will write our history di Roberta Grossman, un docu-film ispirato alla storia dell’archivio di Emanuel Ringelblum, o come Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis, noto per Indivisibili, che pare lanciare un messaggio: restare umani tra le difficoltà che la vita impone. Alice nella città si spende per Measure of a Man di Jim Loach, un affresco della maturazione di un ragazzo, del tempo vivace e inflessibile di un’estate, dei confronti tra generazioni e del rapporto perennemente complicato tra coetanei.

Pellicola sicuramente attesa quella di David Gordon Green, Halloween. Laurie Strode è interpretata da una “corazzata” Jamie Lee Curtis, che rende il film altra cosa dal precedente di quarant’anni fa. Un buon connubio di intensità lascia presagire dunque una Festa per tutti i palati.

A cura di Beatrice De Sanctis

 

About Collaboratori Esterni 392 Articoli
Le migliori rubriche scritte dai nostri collaboratori