Le serie tv da guardare a San Valentino

PER FESTEGGIARE SAN VALENTINO CON LE PERSONE A CUI VOLETE BENE SONO TANTE LE SERIE CHE HANNO COME TEMA PRINCIPALE IL SESSO E L’AMORE 

Inesorabilmente anche quest’anno è arrivato il fatidico 14 febbraio e di conseguenza la festa più romantica dell’anno. Che siate felicemente innamorati o invece abbiate il cuore infranto c’è solo una cosa da fare: festeggiare San Valentino in compagnia  delle persone a cui si vuole più bene, che siano amici, amiche, sorelle, fratelli, fidanzati.

Invece di consigliarvi i più bei film romantici e strappalacrime per trascorrere la serata, quest’anno vi proponiamo una carrellata di serie tv che affrontano uno degli aspetti fondamentali delle relazioni amorose, il sesso.

Si tratta di serie tv che senza tabù raccontano il sesso in maniera ironica e brillante, affrontando anche numerosi temi delicati e attuali.

Nel corso degli anni queste serie hanno da sempre appassionato il pubblico, contribuendo a sfatare numerosi miti e pregiudizi di genere, portando spesso anche alla riflessione su questioni importanti.

san valentinoLa più recente è  Sex Education, grande rivelazione di Netflix dell’anno 2019 e di cui sono usciti i nuovi episodi appena un mese fa. Brillante e atrocemente sincera, la serie affronta la sessualità dal punto di vista degli adolescenti, senza però dimenticare il mondo degli adulti. Amore, amicizia e sesso vengono sviscerati in ogni loro parte e, durante la visione, sembrerà di percorrere un viaggio nella mente e nelle pulsioni degli adolescenti, immergendosi in un universo di limiti e possibilità.

Paure, timori, dubbi, desideri imbarazzanti: nulla è tabù in Sex Education, che in ogni episodio affronta ogni aspetto o quasi della sfera sessuale viene affrontato nelle varie puntate. Sarà proprio il protagonista Otis (Asa Butterfield), classico nerd con un solo amico, vergine, a dispensare consigli nella clinica del sesso, aperta in collaborazione con Maeve (Emma Mackey). Sarà proprio lei a scoprire il talento di Otis nel fare terapia, capacità che gli deriva dalla fortuna di avere una madre sessuologa.

Prima di Sex Education, da cui quest’ultima ha preso ispirazione,  c’è stata Skins, ambientata a Bristol. Anche in questo caso i protagonisti sono dei ragazzi dai 16 ai 18 anni alle prese con gli ultimi due anni di liceo e svariati problemi, dalla droga all’anoressia, dal bullismo al contrastato rapporto con la religione e con i genitori. Un racconto a volte duro e senza troppi fronzoli, ma con un elevato livello di realtà. Anche Skins affronta il sesso senza tabù, con le prime sperimentazioni dei giovani protagonisti e le contorte e complicate storie d’amore.

san valneitno

Moda, ristoranti e locali chic, uomini affascinanti e sullo sfondo la fantastica New York. Non poteva certo mancare nell’elenco delle serie tv da (ri)guardare a San Valentino, Sex and the City. Le avventure sentimentali e sessuali delle quattro amiche, Miranda Hobbes (Cynthia Nixon), Charlotte York (Kristin Davis), Samantha Jones (Kim Cattrall) e Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker) vi faranno sognare un mondo favoloso e divertente. Sex and the City è stato il primo telefilm in cui le donne parlano di sesso come gli uomini, portando sul piccolo schermo scene abbastanza esplicite. Attraverso le storie delle protagoniste e la rubrica di Carrie, giornalista di successo, il telefilm presenta un mondo che per l’epoca (è andato in onda dal 1998 al 2004), ma forse anche per oggi, è molto rivoluzionario e intraprendete, con le donne che, con sfrontatezza e molta consapevolezza, sanno quello che vogliono e desiderano e vanno a prenderselo.

Un altro cult della serialità che ruota intorno al sesso e alla dipendenza affettiva  è Californication. Il protagonista, Hank Moody (David Duchovny) è uno scrittore in crisi creativa che decide di trasferirsi a Los Angeles, anche per ricucire i rapporti con l’ex compagna e la figlia. Hank usa il sesso, estremo e spregiudicato, per sfogarsi. Ma andare a letto ogni sera con una donna diversa, l’alcool e la scrittura non lo aiutano a sistemare tutti i suoi problemi e a superare la rabbia e l’insoddisfazione.

Imperdibile fra le serie tv che hanno il sesso come tema principale è anche Master of Sex, ambientata fra gli anni ’50 e ’60. I protagonisti, lo scienziato William Masters (Michael Scene) e la sua aiutante, la psicologa Virginia Johnson (Lizzy Caplan) conducono uno studio sulla fisiologia sessuale umana, esaminando gli atti sessuali compiuti da alcuni volontari.  La serie, dunque, spiega scientificamente alcuni concetti sull’argomento, presentando il sesso agli spettatori come un’attitudine naturale e scientificamente spiegabile.

In fin dei conti, il sesso è uno degli aspetti importanti della vita di tutti gli esseri viventi, che unisce le persone e le attrae, facendo nascere la vita. È importante che anche le serie tv e il piccolo schermo riescano ad affrontare senza tabù e vergogna l’argomento, portando all’attenzione degli spettatori altri temi correlati.

Non resta altro che augurarvi buona visione e buon San Valentino!

About Krizia Ricupero 227 Articoli
"Nessuno può mettere Baby in un angolo".