Sundance Film Festival 2020: i film più belli

SUNDANCE FILM FESTIVAL 2020: DA PROMISING YOUNG WOMAN A THE GLORIAS, ECCO I FILM PIU’ BELLI PRESENTATI ALL’ULTIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL CINEMA INDIPENDENTE

promising young womanIl Sundance Film Festival 2020 (23 gennaio/2 Febbraio) ha battuto numerosi record, dalla diversità nella programmazione alla vendita, offrendo al pubblico e alla critica una gamma di narrazioni documentali tempestive e all’avanguardia, promettendo nuove voci e soddisfacendo nuove vette dai registi affermati.

Tra i titoli che hanno riscontrato maggior successo troviamo molti film diretti da donne, come Promising Young Woman, un revenge thriller sullo stupro che segna l’esordio dietro alla macchina da presa di Emerald Fennell, La protagonista è Carey Mulligan nel ruolo di Cassie, una ragazza che ha abbandonato la scuola di medicina e che di notte si trasforma in una giustiziera femminista.

Un altro film che ha fatto parlare di sé al Sundance Film Festival 2020 è Shirley con Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale) e Michael Stuhlbarg. Diretto da Josephine Decker, racconta la storia di una scrittrice di romanzi horror che trova l’ispirazione per una nuova opera quando una coppia si trasferisce nella casa che condivide col marito.

The Father di Florian Zeller segue invece un uomo (Anthony Hopkins) che rifiuta l’assistenza della figlia durante la vecchiaia. Mentre cerca di dare un senso alle sue mutevoli condizioni, inizia a dubitare dei suoi cari, della sua mente e persino del tessuto della realtà. Nel cast troviamo anche Olivia Colman, Imogen Poots e Rufus Sewell.

the glorias
Julianne Moore in “The Glorias”.

Gli ultimi due film da segnalare presentati al Sudance Film Festival 2020 sono The Glorias di Julie Taymor e Black Bear di Lawrence Michael Levine. Il primo è basato sull’autobiografia più famosa dell’icona femminista Gloria Steinem, My Life on the Road e racconta come la sua infanzia itinerante abbia influenzato la sua vita di scrittrice, attivista e organizzatrice dei diritti delle donne in tutto il mondo. La pellicola ha un cast quasi del tutto al femminile, tra cui spiccano Alicia Vikander e Julianne Moore, che interpretano la protagonista in due diverse fasi della sua vita.

Il secondo segue la storia di una regista donna che si trova davanti a un’impasse creativa e trova conforto dal suo tumultuoso passato in un rifugio rurale, salvo rendersi conto che quel bosco fa riaffiorare ancora di più i suoi demoni interiori. Un dramma psicologico con Aubrey Plaza, Sarah Gadon e Christopher Abbott.

About Valentina Mordini 261 Articoli
"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".