Pierfrancesco Favino porta l’Italia nell’Academy degli Oscar

pierfrancesco favino

SONO 819 I NUOVI MEMBRI DELLA GIURIA DEGLI OSCAR E 21 SONO ITALIANI, FRA CUI PIERFRANCESCO FAVINO

Anche gli Oscar, i riconoscimenti più importanti nel mondo del cinema, hanno subito gli effetti dell’emergenza Covid. La cerimonia del 2021, infatti, è stata ufficialmente posticipata dal 28 febbraio a domenica 25 aprile ma la macchina organizzativa non si è fermata. E in questi giorni sono stati annunciati i nuovi membri che comporranno l’Academy, cioè il gruppo di persone che ogni anno non solo seleziona i film più belli e meritevoli ma li premia anche.

Sono 819 i nuovi membri della giuria che voterà ai  prossimi Oscar e fra questi 21 sono italiani. Fra questi, il nome che più è saltato agli occhi dei fan e dei social, è quello dell’attore pluripremiato Pierfrancesco Favino, fresco di vittoria ai David di Donatello e non solo. L’attore romano, infatti, ha ottenuto un grande successo internazionale con  Il traditore di Marco Bellocchio (con cui ha vinto il David di Donatello 2020) e grazie alla sua meravigliosa interpretazione di Bettino Craxi in Hammamet ha attirato l’attenzione di Hollywood.

pierfrancesco favino

A fargli compagnia, così come annunciato da Pierfrancesco Favino stesso sul suo profilo Instagram ci sono altri  molti volti noti del nostro cinema, coinvolti a più livelli. Si va dal direttore della Mostra del Cinema di Venezia, Alberto Barbera alle registe Cristina Comencini (Tornare), Francesca Archibugi (Vivere) e Maria Sole Tognazzi, dai compositori Andrea Guerra (Le fate ignoranti, Hotel Rwanda, Un marito di troppo) e Lele Marchitelli (La grande bellezza, Piano, solo, Ma che colpa abbiamo noi), ai costumisti Massimo Cantini Parrini (Dogman, Pinocchio, Favolacce) e Nicoletta Ercole (Manolesta, Il ciclone, L’ultimo bacio).

Ma nell’elenco figurano anche i montatori Francesca Calvelli (Vincere, Hungry Hearts, Il traditore) e Roberto Perpignani (La Cina è vicina, Sotto il segno dello scorpione, Sogni d’oro), la truccatrice Esmé Sciaroni (La pazza gioia, L’amica geniale, Giorni e nuvole), la produttrice Elda Ferri (Maledetti vi amerò, La vita è bella, I viceré), la scenografa e costumista Paola Comencini (Le finte bionde, Romanzo criminale, Benvenuti al Sud), Giovanna Ferrari e il tecnico del suono Adriano Di Lorenzo (The Tourist, Ritorno a Could Mountain, Il paziente inglese).

Insomma un grande riconoscimento per tutte le maestranze del cinema italiano che si ritrovano ad avere un ruolo di primaria importanza nella selezione dei prossimi film candidati agli Oscar.

About Krizia Ricupero 255 Articoli
"Nessuno può mettere Baby in un angolo".