Laughter in the Dark: Anya Taylor-Joy e Scott Frank riuniti nel thriller

ANYA TAYLOR-JOY E SCOTT FRANK, IL CO-CREATORE DELLA SERIE DRAMMATICA LA REGINA DEGLI SCACCHI, LAVORERANNO DI NUOVO INSIEME NELL’ADATTAMENTO DEL ROMANZO LAUGHTER IN THE DARK DI VLADIMIR NABOKOV.

Anya-Taylor-JoyDopo il successo mondiale della serie tv Netflix La Regina degli Scacchi, il co-creatore Scott Frank ha scelto di nuovo l’attrice Anya Taylor-Joy come protagonista del suo prossimo progetto: l’adattamento del romanzo Laughter in the Dark di Vladimir Nabokov, edito in Italia per la prima volta nel 1947 con il titolo Risata nel buio.

A darne notizia è stato lo stesso Frank durante un’intervista al podcast The Ringer’s The Watch, che ha definito il progetto “un San Valentino per i film, lo farò come un film noir e un film nel film. Ed è davvero un brutto, meraviglioso, thriller”.

Il libro è incentrato su Albert Albinus, un critico d’arte di mezza età che ha un interesse speciale per Margot Peters, un’aspirante attrice e modella di 17 anni. Formano una relazione reciprocamente parassitaria, incoraggiata dalla vecchia fiamma di Margot Axel Rex, che si riunisce con lei per succhiare la vita ad Albert. Nabokov ha utilizzato parte di questo materiale come base per il suo più conosciuto Lolita.

Tuttavia, non si tratta del primo tentativo di portare Laughter in the Dark sul grande schermo: nel 1969 Tony Richardson aveva realizzato una prima versione della storia ideata da Nabokov con protagonisti Nicol Williamson e Anna Karina. Per ora non ci resta che aspettare di scoprire quale attore sarà scelto per il ruolo di Albert.

Anya Taylor-Joy, oltre ad aver interpretato La Regina degli Scacchi, è stata vista di recente nel film in costume Emma di Autumn de Wilde e sarà la prossima protagonista dello spin-off ancora senza titolo di George Miller di Mad Max: Fury Road, in cui interpreterà Furiosa. L’attrice è attualmente impegnata nelle riprese di The Northman.

About Valentina Mordini 298 Articoli
"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".