Competencia Oficial: recensione

COMPETENCIA OFICIAL: UNA COMMEDIA CHE RIFLETTE SUL CINEMA STESSO CON PENELOPE CRUZ E ANTONIO BANDERAS, IN CONCORSO A VENEZIA 78.

competencia oficialGENERE: commedia, drammatico

DURATA: 114 minuti

DATA D’USCITA: N/D

VOTO: 3/5

Tre anni dopo Il mio capolavoro, Mariano Cohn e Gastón Duprat tornano al Festival di Venezia con la commedia Competencia Oficial con Penelope Cruz, Antonio Banderas e Oscar Martinez (vincitore della Coppa Volpi nel 2016 per la sua performance in Il cittadino illustre, dove era diretto dagli stessi registi).

Il vero protagonista del film è il cinema stesso, che un anziano milionario vuole usare come mezzo per restare nella memoria ed essere riconosciuto nei circoli culturali a lui preclusi. Per fare ciò acquista i diritti di un importante romanzo e decide di assumere un’eccentrica regista, Lola Cuevas (Penelope Cruz), che individua in Félix Rivero (Antonio Banderas) e Ivàn Torres (Oscar Martinez) i migliori attori per il progetto.

Quest’ultimi non potrebbero essere più diversi tra loro: Félix è un divo hollywoodiano, mentre Ivàn un attore teatrale che si dice restio a ricevere premi – emblematica la scena in cui prova il discorso con cui rifiuterebbe un eventuale Oscar, ritenendosi superiore a certi riconoscimenti. L’unica cosa che hanno in comune è un ego smisurato che renderà assai difficili i rapporti tra loro e che Lola cercherà di smorzare con ogni mezzo a sua disposizione.

I punti di forza del film sono una sceneggiatura smagliante e tre interpretazioni che sanno cogliere l’anima dei rispettivi personaggi. Alcune situazioni sono spinte al limite del paradosso in maniera mai banale, a metà strada tra farsa e tragedia, e portano a riflettere sui lasciti di un film e sul ruolo dei suoi interpreti. Molto divertente la scena in cui Lola obbliga i due attori a recitare una scena altamente drammatica sotto a un masso che potrebbe finire per schiacciarli, salvo scoprire che la realtà non è quella che appare.

Competencia Oficial uscirà al cinema nel 2022 distribuito da Lucky Red per poi arrivare successivamente su Netflix.

About Valentina Mordini 307 Articoli
"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".