Les Intranquilles – The Restless: recensione

AL COLCOA FILM FESTIVAL 2021 PRESENTATO LES INTRANQUILLES – THE RESTLESS DI JOACHIM LAFOSSE

DURATA: 118 minuti

USCITA: 2022

VOTO: 3 su 5

the restlessDiretto da Joachim Lafosse, Les Intranquilles, è uno straziante ritratto di una famiglia formata da padre, madre e figlio piccolo, devastata dalla malattia mentale del padre. Damien (Damien Bonnard), un pittore di moderato successo, è affetto da disturbo bipolare, umore euforico, sempre iperattivo. L’uomo rifiuta tutte le medicine e dorme a malapena, trovandosi spesso a non capire la realtà che lo circonda. Il rifiuto di ammettere a sè stesso la propria condizione porta la moglie ad una continua lotta tra l’affetto che prova, l’istinto materno di protezione verso il bambino e la frustrazione nel vedere l’uomo che ama lacerato da tale condizione. È un ritratto lancinante, in grado di trasmettere ansia anche nello spettatore.

Intento voluto dal regista; con un padre affetto dalla stessa condizione, Lafosse ha un rapporto personale con il materiale. Il film riesce a comunicare quel senso di inquietudine che mina i rapporti tra la persona malata e tutti quelli che vi gravitano intorno. È un turbine di emozioni: rabbia, amore, senso di impotenza che i due attori principali, Leïla Bekhti e Damien Bonnard, convogliano, dando ognuno una prova suprema. Ma quel senso di arrendevolezza, alla lunga, pervade anche il pubblico che non può trovare una risoluzione definitiva, anche quando il film raggiunge la sua conclusione.

 

About Michael Traversa 61 Articoli
"O fai di tutto per vivere, o fai di tutto per morire."