Casinò di Martin Scorsese (1995)

QUANDO PARLIAMO DI CAPOLAVORI E MARTIN SCORSESE NON POSSIAMO NON CITARE CASINÒ, UNO DEI SUOI MIGLIORI FILM AMBIENTATO INTERAMENTE A LAS VEGAS

Morandini ha definito questo film come la storia di tre individui che superano ogni limite “per orgoglio, arroganza, ubriacatura da denaro facile”. Nel fare tutto ciò, la loro caduta diventa molto simile alla cacciata dal paradiso terrestre. E i tre, nel loro declino, faranno crollare un impero.

Casinò (Casino) è un film diretto da Martin Scorsese, uscito nelle sale cinematografiche statunitensi nel 1995. Il suo cast vede il coinvolgimento attori del calibro di Robert De Niro, Joe Pesci e Sharon Stone. La pellicola si ispira a un libro di grande successo uscito poco prima, ovvero “Casino: Love and Honor in Las Vegas”. Il romanzo è stato scritto dall’italo-americano Nicholas Pileggi, già autore di Quei bravi ragazzi (1990), altra opera portata sullo schermo con grande successo da Martin Scorsese. Da molti, infatti, questo film è considerato come il terzo capitolo della trilogia del regista sulla mafia, iniziata con Mean Streets nel lontano 1973.

Nel film troviamo Sam Rothstein, un giocatore ebreo-americano, detto anche “Asso” per il suo talento nelle scommesse, interpretato da Robert De Niro. In breve tempo, Sam riesce a fare una grande fortuna come scommettitore, arricchendo un importante boss mafioso locale, Remo Gaggi. Il boss, per ripagarlo dei suoi servigi, gli affida la gestione di un nuovo casinò di Las Vegas, chiamato il Tangiers. Nella gestione gli viene affiancato Nicky Santoro (Joe Pesci), amico di infanzia di Sam, incaricato “di far rispettare” il suo vecchio compare e il nome della famiglia Gaggi. Nicky si rivela molto presto piuttosto spregiudicato negli affari e i suoi modi bruschi rischiano di compromettere la rete di affari illeciti pazientemente intessuta da Sam. Entra però in scena l’affascinante Ginger McKenna (Sharon Stone). Sam perde subito la testa per lei e le chiede di sposarlo. Mentre Sam è preso dalle vicende d’amore, Nicky avrà mano libera per gestire il casinò, finendo però nell’occhio della legge. Il rischio che corrono è molto grande e devono cercare di gestire la situazione come meglio possono. Nel frattempo però le cose si complicano, il destino sembra non sorridere più a Sam e persino la sua vita familiare viene compromessa da questo grande inciampo.

welcome-to-las-vegas
Fonte: Pixabay
Autore: lindsayascott

In tutto questo, la città di Las Vegas sembra mutare progressivamente di pari passo con lo svolgimento della vicenda. Las Vegas non è solo il set della narrazione, ma un vero e proprio protagonista della storia. La città del Nevada, infatti, negli anni è stata un simbolo. Ancora oggi Las Vegas rappresenta un punto di riferimento mondiale per tutti gli appassionati di gioco. Qui accorrono ogni anno milioni di giocatori. A Las Vegas si trovano immensi casinò, i migliori luoghi del mondo per giocare a poker, nonché la possibilità di partecipare a grandi tornei su scala internazionale. Per rendere al meglio la natura di questa città, le riprese sono state molto accurate. Scorsese ha cercato di riprodurre la Las Vegas del periodo in ogni dettaglio, dandoci un’idea molto precisa dell’atmosfera che si respirava nelle sue sale da gioco.

Il film è uscito negli States il 22 novembre del 1995, per arrivare poi nelle sale cinematografiche italiane il 22 marzo del 1996. Nella versione italiana sarà Gigi Proietti a doppiare Robert De Niro, venendo premiato con un Nastro D’Argento.

Il film rappresenterà anche un grande successo al botteghino. Realizzato con 52 milioni di dollari, solo nel primo weekend di proiezione ha incassato quasi 9 milioni di dollari. Al momento del ritiro delle sale il suo incasso ammontava a 42 milioni di dollari e a 7 milioni di sterline nel Regno Unito. In Italia ha guadagnato l’equivalente di circa 4 milioni di euro. Si stima che a livello globale abbia superato i 116 milioni di dollari. Le entrate relative a videonoleggio e alla diffusione del film in VHS sono fruttate alla produzione più di 20 milioni di dollari.

Casinò è stato anche acclamato dalla critica. Martin Scorsese è stato candidato ai Golden Globe come miglior regista, mentre Sharon Stone è stata candidata all’Oscar per la sua performance, molto acclamata. Ha vinto poi un Golden Globe come migliore attrice in un film drammatico. Oggi la pellicola viene ricordata come una di quelle più amate degli anni Novanta, un must per tutti gli amanti dell’estetica del casinò americano.

las-vegas

 

 

 

 

 

Fonte: Pixabay
Autore: PatternPictures

 

About Redazione Film4Life 5757 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook