Andron The Black Labyrinth: presentato il film a Roma

TANTI EFFETTI SPECIALI E COLPI DI SCENA PER LA NUOVA PRODUZIONE AMBI PICTURES

locandina-andronE’ giunta alla quinta settimana di lavorazione la produzione italo-inglese Andron, the black labyrinth – film scritto e diretto dal regista italiano Francesco Cinquemani e prodotto da Ambi Pictures, la giovane società di Andrea Iervolino e Monika Bacardi, appena protagonista a Venezia e Toronto con The Humbling di Barry Lavinson con Al Pacino.

Un cast internazionale per una storia piuttosto particolare, un lungometraggio di genere che vede coinvolti molti protagonisti, ognuno con la propria storia, le cui strade di incrociano appunto lungo i corridoi di questo oscuro labirinto. Francesco Cinquemani non svela troppo della trama per non rovinare la sorpresa in sala (prevista entro fine 2015), ma sicuramente si tratta di un film interessante per diversi motivi: girato interamente in presa diretta in inglese, è stato scritto in otto città diverse (Los Angeles, Londra, Berlino, Ibiza, Roma, Cannes, Malta e Toronto) e gli attori provengono da nove stati diversi.

Alec Baldwin, Michelle Ryan, Gale Harold, Skin, Leo Howard, Antonia Campbell Hughes, Jon Kortajarena, l’italiano Mauro Conte (scento dopo 150 provini), Korlan madi, Alex Martin, Gaia Scodellaro, Elettra Mallaby, Clara Pasieka e la partecipazione straordinaria di Danny Glover, che ha girato in Canada e le cui scene saranno ricostruite con effetti speciali affidati a Michael Kowalski, uno dei più grandi talenti di Hollywood (The Amazing Spiderman. The Twilight Saga, Wolverine e The Incredible Hulk).

Andrea Iervolino sottolinea, presentando il lavoro insieme al regista e al cast, quanto questo dimostri che il cinema italiano può ancora competere sul mercato internazionale, obiettivo primario della Ambi Pictures.

Se tutto il cast non ha fatto altro che lodare le doti di Francesco Cinquemani nel saper dirigere il gruppo, formato da attori professionisti ed esordienti, il regista racconta quanto questa sia una storia e una struttura non convenzionale, che viaggia sui binari della fantascienza e dell’intrattenimento, un lavoro corale dal punto di vista recitativo, e sperimentale per gli aspetti narrativi. Un gruppo di sconosciuti si ritrova prigioniero di un labirinto misterioso e letale, in cui per sopravvivere dovranno decifrare segnali, capire codici e affrontare un viaggio alla ricerca di se stessi e della salvezza.

Non resta che aspettare che esca nelle sale, per vedere se il cinema made in italy possa stupire anche su questo genere così poco prodotto nel nostro paese.

About Ylenia Politano 156 Articoli
Ylenia Politano, giornalista, si occupa da diversi anni di cultura, lifestyle e cinema. Mamma di tre creature e moglie di un attore, tra un asilo, uno scuolabus, una piscina e feste con 20 bambini di età compresa tra 1 e 9 anni, torna al suo primo amore, il cinema. Interviste, recensioni, riflessioni. Grandi maestri e nuovi talenti. Incursioni qua e là. Set, anteprime, backstage. Quando la mamma non c’è…”la mamma è al cinema!”