Roma Film Fest 2014 – About a girl: recensione film (Alice nella città)

ABOUT A GIRL, QUANDO IL PARADISO PUO’ ATTENDERE

about_a_girlGENERE: drammatico

DURATA: 104’

USCITA IN SALA: non disponibile

VOTO: 3,5 su 5

“Sai qual’è il contrario della morte?”

Charleen è nel fior fiore dell’adolescenza e qualcosa in lei non va: a soli 15 anni e, per un qualche motivo che non ci è chiaro fin da subito, è arrabbiata col mondo e ha deciso di farla finita. E’ così testarda e determinata da creare la situazione perfetta perché questo avvenga, ma a causa di un piccolo imprevisto non riuscirà nel suo intento; motivo per cui dovrà accontentarsi di un tentato suicidio mai compiuto.

Un carattere particolare è quello di Charleen, che afferma di sentirsi l’unica persona normale mentre gli altri credono abbia un problema, rappresentato dal senso di “chiusura” nei confronti di tutto ciò che le sta attorno, in primis una famiglia atipica e un pò sgangherata, il bizzarro psicoterapeuta che la prende in cura e Linus, il compagno di classe secchione che le si avvicina, aiutandola ad aprirsi e a farle tornare il sorriso.

E’ una bella sorpresa questo primo lungometraggio di Mark Monheim, presentato in anteprima europea alla IX edizione del Festival Internazionale del Film di Roma nella sezione parallela “Alice nella città”. Il film è tedesco, e vuole indagare la personalità complessa di Charleen, interpretata da Jasna Fritzi Bauer, un personaggio inquieto, che confessa alla sua migliore amica di aver vissuto la gioia dell’attesa di morire prima che tentasse di togliersi la vita. Attenzione però, perché la vicenda della giovane eroina in crisi è tutt’altro che drammatica.

Il plot si scioglie con punte di comicità brillante e un atteggiamento registico estremamente positivo nei confronti di un “film di formazione” che accompagna la protagonista lungo la sua strada verso l’età adulta, fase della vita che la spaventava. Charleen imparerà a relazionarsi con gli altri, cosa che in principio le causava confusione o semplicemente non le interessava. L’evoluzione e l’apertura verso il mondo esterno sono insieme presupposti e conseguenze dell’amore provato per Linus (Sandro Lohmann), un sentimento terapeutico su cui farà leva per rientrare in contatto con sé stessa.

About a girl è un pacato inno alla vita, sorretto da attori capaci tra i quali spicca Heike Makatsch (nominata agli Emmy Awards per Love Actually e Hilde) nel ruolo della madre di Charleen. Il quadretto familiare “abitato” dalla giovane protagonista è ben dipinto da Monheim, che racconta l’adolescenza prendendo le mosse da una tematica sicuramente tragica, ma che fa riflettere, trattata in maniera educativa e senza forzature. La colonna sonora marcatamente pop-rock che lega gli sketch familiari è molto incisiva, e lo è anche la fotografia colorata e vivace a cura di Daniel Schönauer. Lo spettatore, man mano che il film procede, entra sempre più in contatto con Cherleen, che a sua volta glielo permette.

La pellicola è prodotta da Imbissfilm e distribuita a livello internazionale da Global Screen. Sarebbe interessante se venisse acquistata da una casa di distribuzione italiana che la faccia conoscere al nostro pubblico. Se lo meriterebbe.

About Redazione Film4Life 5523 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook