Il bene mio di Pippo Mezzapesa

ARRIVERÀ AL CINEMA A OTTOBRE IL FILM IL BENE MIO DI PIPPO MEZZAPESA, PRESENTATO DURANTE LE GIORNATE DEGLI AUTORI AL FESTIVAL DI VENEZIA

il bene mioTra i film presentati in anteprima come evento speciale durante le Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia c’è Il bene mio, secondo lungometraggio del regista Pippo Mezzapesa, che arriverà nei nostri cinema il 4 Ottobre grazie ad Altre Storie.

Protagonista della storia è Elia (interpretato da Sergio Rubini), ultimo abitante di Provvidenza, paese distrutto da un terremoto, che rifiuta di adeguarsi al resto della comunità che, trasferendosi a “Nuova Provvidenza”, ha preferito dimenticare.

Per Elia, invece, il suo paese vive ancora e, grazie all’aiuto del suo vecchio amico Gesualdo (Dino Abbrescia), cerca di tenerne vivo il ricordo.

Quando il Sindaco gli intima di abbandonare Provvidenza, Elia sembrerebbe quasi convincersi a lasciare tutto, se non cominciasse, d’un tratto, ad avvertire una strana presenza. In realtà, a nascondersi tra le macerie della scuola, dove durante il terremoto perse la vita sua moglie, è Noor (Sonya Mellah).

Lei è una giovane donna in fuga e sarà questo incontro, insieme al desiderio di continuare a custodire la memoria di Provvidenza, a mettere Elia di fronte a un’inesorabile scelta.

Nel cast del film ci sono anche Francesco De Vito, Michele Sinisi, Caterina Valente e Teresa Saponangelo.

Il bene mio è stato girato tra la Puglia e la Campania. La sceneggiatura è stata scritta da Pippo Mezzapesa insieme ad Antonella Gaeta e Massimo De Angelis, mentre la fotografia è curata da Giorgio Giannoccaro, il montaggio da Andrea Facchini, la scenografia da Michele Modafferi e i costumi da Sara Fanelli.

Il precedente lungometraggio di Pippo Mezzapesa è stato Il Paese delle spose infelici, presentato in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma nel 2011, riscuotendo un buon consenso da parte della critica e del pubblico.

About Valentina Mordini 209 Articoli
"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".