Tim Robbins a Milano con Shakespeare


L’ATTORE DIRIGE SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Il-sogno-di-una-notte-di-mezza-estate-Actors-Gang-3_image_ini_620x465_downonlyNew York – “Questo tra i testi di Shakespeare è uno dei miei preferiti, ci sono così tanti strati di verità, falsità, sogno, realtà, magia e inganno. Una disputa coniugale mette a soqquadro l’intera realtà e dalla confusione che ne è generata scaturiscono comportamenti scandalosi e selvaggiamente divertenti”: parola di Tim Robbins. L’attore americano è a Milano in questi giorni con la sua compagnia teatrale, come regista di uno dei classici più celebri di Shakespeare:  Sogno di una notte di mezza estate.

Quello tra Tim Rob­bins e la Trien­nale è un rapporto artistico cominciata lo scorso anno e rinnovatosi  nei giorni scorsi col work­shop tea­trale tenuto insieme a Cyn­thia Ettin­ger e a Bob Tur­ton e proseguito con il debutto (il 22 giu­gno fino al 24 al Tea­tro dell’Arte) de Il sogno di una notte di mezza estate di cui Rob­bins firma la regia

The Actors’ Gang, co-diretta Tim Robbins insieme a Cynthia Ettinger, ci fa rivivere tutto l’incanto del bosco creato da Shakespeare, con musiche originali eseguite dal vivo attraverso una fisicità e un approccio pieno di energia nella magica lingua di Shakespeare. Un mondo surreale fatto di fate e incantesimi, amanti stregati, in cui la regina delle fate perde la testa per un asino…

Tim Robbins ha pro­fonde radici nel tea­tro. Nel 1981 fonda a Los Ange­les la sua com­pa­gnia, The Actors’ Gang. Il gruppo nasce con l’obiettivo di creare un tea­tro capace di intrat­te­nere in modo intel­li­gente, senza sepa­ra­zione tra l’attore e lo spet­ta­tore, attra­verso sto­rie che pon­gono domande impor­tanti sul nostro mondo, la società, i suoi con­flitti. Anche per que­sto la com­pa­gnia lavora con pro­grammi di recu­pero nelle car­ceri ame­ri­cane a e nelle scuole pub­bli­che. Negli oltre trent’anni di attività, la Actors’ Gang ha prodotto più di cento spettacoli, presentati capillarmente negli Stati Uniti e con tour internazionali che hanno toccato i cinque continenti.

Sotto la guida del suo direttore artistico, Tim Robbins, la compagnia fornisce un ambiente creativo e stimolante ad artisti dal background più eterogeneo, che collaborano nella più totale libertà. Tra le produzioni più recenti citiamo: 1984 di George Orwell, Tartuffe, Embedded, The Trial of the Catonsville Nine, The Guys e The Exonerated, che sono stati presentati negli Stati Uniti e nel mondo intero, da Londra ad Atene, da Madrid a Barcellona, fino a Bogotà, Hong Kong, Melbourne e Buenos Aires.

“Attraverso i nostri spettacoli, i programmi educativi e le tournée cerchiamo di creare un collante sociale nelle comunità per cui ci esibiamo, come solo il teatro è in grado di fare. Produciamo spettacoli che sentiamo possano contribuire a un dialogo vivo sulla nostra società e cultura, pur non dimenticando che il primo scopo del teatro è quello di intrattenere”. Parola di Tim…

About Francesco Buosi 379 Articoli
Onnivoro cinematografico e televisivo, imdb come vangelo e la regia come alta aspirazione.
Contact: Facebook