Tonya e Ready Player One

TONYA E READY PLAYER ONE, TRA I MIGLIORI FILM IN SALA DA OGGI

Le commedie italiane Io c’è (con Edoardo Leo, Margherita Buy e Giuseppe Battiston) e Contromano (con Antonio Albanese che torna alla regia dopo più di 15 anni), e il nuovo film sci-fi prodotto e distribuito dalla Walt Disney Nelle pieghe del tempo, diretto da Ava DuVernay, con Chris Pine, Reese Witherspoon e molti altri: queste sono solo alcune delle uscite di oggi.

Cosa non perdere assolutamente? Ecco i nostri consigli:

TONYA

Il biopic su Tonya Harding è un film coinvolgente, passionale, irriverente e senza peli sulla lingua. Margot Robbie è perfettamente in asse nel ruolo di una figura sportiva controversa, volgare e sfrontata, ma sopra a lei si erge Allison Janney nel ruolo dell’oppressiva e violenta madre della pattinatrice. Per l’attrice della serie tv Mom si tratta di una parte costruita a pennello per lei, insensibile, irreprensibile e a volte fastidiosa, che le è valso anche il premio Oscar. Utilizzando un linguaggio spregiudicato e ironico, Tonya si presenta come una sorta di documentario in cui i protagonisti raccontano la loro versione dei fatti. Per avere un maggior rapporto con il pubblico, Margot Robbie infrange la quarta parete e si trova a comunicare con gli spettatori – gli stessi che Tonya incolperà per averla dapprima amata, poi odiata e infine trasformata in una barzelletta “abusando” di lei. Tonya ripercorre le tappe fondamentali della pattinatrice, mettendo in scena la passione della protagonista per lo sport; la rivalità con Nancy passa quasi in secondo piano, per concentrarsi piuttosto sulla complessa personalità della Harding.

READY PLAYER ONE

Fantascienza e azione: il nuovo film di Steven Spielberg, tratto dall’omonimo romanzo di Ernest Cline pubblicato nel 2010, è una rappresentazione distopica di un futuro 2045 che strizza l’occhio all’immaginario collettivo videoludico degli anni Ottanta. In un mondo inquinato e devastato da guerre, abitato in prevalenza da una popolazione povera che vive in condizioni precarie, l’unica via di fuga è rintanarsi nell’universo ispirato ai ruggenti anni ottanta, creato dal milionario James Donovan Halliday (Mark Rylance): una realtà virtuale che conta milioni di login al giorno e per cui sono sufficienti un visore e un paio di guanti aptici. Con la morte di Halliday arriva anche l’ultima sfida, ossia una caccia al tesoro il cui premio consiste in un ingente premio in denaro a cui nessuno può resistere.

About Eleonora Materazzo 551 Articoli
"Suonala ancora, Sam"