International Police Award Arts Festival: 1° edizione

Foto di Angelo Bianconi

INIZIA L’ERA DEL PRIMO INTERNATIONAL POLICE AWARD ARTS FESTIVAL CHE ANNUNCIA I FINALISTI DEL 25° PREMIO APOXIOMENO 

123 008Prende forma l’International Police Award Arts Festival, l’evento che celebra, con la sua prima edizione, il 25° Premio Apoxiomeno. Ed anche quest’anno saranno tante le celebrità, italiane e internazionali, che sfileranno sul tappeto rosso nella serata di gala delle premiazioni.

Sono stati annunciati i finalisti delle categorie più attese, selezionati dalla Commissione del Premio tra tutte le opere, gli artisti, gli scrittori i giornalisti e gli atleti che si sono distinti per valorizzazione dell’attività delle Forze dell’Ordine nella loro espressione più alta, la difesa dei diritti e della sicurezza delle comunità.

CATEGORIA CINEMA  

  • Padre Nostro, di Claudio Noce
  • Calibro 9, di Tony D’Angelo
  • Eroii de la poduli Jiului, di Sergiu Prodan
  • Above Suspicion, di Phillip Noyce;
  • Military Wives, di Perter Cattaneo.


Migliore Attore
Candidati: Pierfrancesco Favino, Alessio Boni, Marco Bocci.

Miglior Regista
Candidati: Claudio Noce, Toni D’Angelo, Sergiu Prodan, Phillip Noyce e Peter Cattaneo.

Migliore Colonna Sonora
Candidati: Toni D’Angelo, Vincenzo Adelini e Emanuele Frusi.

CATEGORIA TELEVISIONE ITALIANA

  • Il Commissario Montalbano
  • I delitti del BarLume
  • L’Ispettore Coliandro
  • Nero a Metà;
  • Petra

Miglior Attore/Attrice
Candidati: Cesare Bocci, Lucia Mascino, Gianpaolo Morelli, Paola Cortellesi, Claudio Amendola.

Miglior Regista
Candidati: Marco Pontecorvo, Manetti Bros, Roan Johnson, Maria Sole Tognazzi.

CATEGORIA TELEVISIONE INTERNAZIONALE

  • Tin Star
  • Babylon Berlin
  • Deadly Tropics

Miglior Attore/Attrice
Candidati: Tim Roth, Sonia Roland, Beatrice de La Boulaje, Volker Bruch, Liv Lisa Fries.

CATEGORIA LETTERATURA
Mariolina Venezia, “Imma Tataranni, Sostituto Procuratore”;
Alicia Gimenez Bartlett, “Biografia di Petra”;
Debora Scalzo, “Io resto così”;
Luca Bizzarri, “Disturbo della pubblica quiete”;
Rita Dalla Chiesa, “Il mio, valzer con papà”

Sarà possibile votare i preferiti sulla pagina Facebook ufficiale del Festival (@artediapoxiomeno): i voti del pubblico saranno sommati a quelli della Giuria di esperti, che si riunirà nei giorni della kermesse, e insieme decreteranno il vincitore per ogni categoria. Già annunciati, invece, i premiati per le altre categorie, che saliranno sul palco il 19 settembre per ritirare l’ambita statuetta d’argento: ad aggiudicarsi il premio ARTE è Marco Monaldi, il “Pittore dell’Arma dei Carabinieri; Uccio De Santis vince il Premio nella categoria TEATRO, per i suoi esilaranti sketch dedicati al mondo delle divise; al grande compositore Filippo Lui viene assegnato il riconoscimento nella categoria MUSICAManuel Bortuzzo, lo sfortunato nuotatore della Guardia di Finanza, colpito da un colpo di pistola che lo ha paralizzato, e il campione di Rally rumeno Valentin Porçisteanu vincono la categoria SPORT mentre il Premio per il SOCIALE va a pari merito alla giovane attrice Ludovica Nasti e al sociologo Francesco Pira. 

Nato nel 1996 da un’idea di Orazio Anania, Colonnello dei Carabinieri e presidente della Delegazione Toscana dell’IPA, il Premio Internazionale Apoxiomeno è l’unico riconoscimento nel mondo dato a chi, con la sua opera, ha valorizzato il lavoro delle Forze dell’Ordine, nella loro attività di tutela della sicurezza del cittadino. Tante le star nazionali e internazionali che negli anni sono salite sul palco per ritirare la prestigiosa statuetta d’argento, tra queste Colin Firth, Matt Dillon, Hellen Mirren, Ennio Morricone, Robert Moresco, Nikita Sergeevič Michalkow, Abel Ferrara, Massimo Ranieri, Andrea Camilleri, Gina Lollobrigida.

Il Premio è dedicato alle arti performative in tutte le sue varie eccezioni: dal poliziottesco italiano al poliziesco americano, dal giallo principe della letteratura all’iconografia artistica, dall’immagine fotografica alla rievocazione musicale, e altro ancora. Non un premio a opere che raccontano anonime divise, ma a rappresentazioni di individui con la propria umanità, fatta di virtù ma anche di debolezze, che incarnano i valori più intrinsechi di legalità, dovere, obbedienza e difesa della sicurezza della comunità.

Il Festival, che prende il via per la prima volta quest’anno, sarà un contenitore culturale con un programma vario e intenso: dibattiti, performance artistiche, proiezioni cinematografiche, mostre collettive e incontri con gli autori. A chiudere la manifestazione l’attesa assegnazione del 25° Premio Internazionale Apoxiomeno con ospiti d’eccezione, italiani ed internazionali.

About Redazione Film4Life 5715 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook