A cannes elio germano sugli scudi

TRIONFANO “UNCLE BOONMEE” E L’ATTORE ROMANO

A volte accade che l’Italia del cinema arriva sul podio e fa rumore. Succede a Cannes, durante il festival andato da poco in onda sugli schermi di tutto il mondo, che a vincere sia un regista thailandese con un’opera complessa.

A ottenere con lui il riconoscimento come miglior attore è arrivato invece un ex aequo, tra l’ottimo Javier Bardem nel “Biutiful” di Inarritu e il nostro Germano, grande interprete di “La nostra vita”, film su degrado e redenzione delle periferie romane girato da Daniele Luchetti.

Germano sul palco per i ringraziamenti ha dedicato il film a quei veri italiani che lavorano e cercano di rendere nel loro piccolo il nostro paese un posto migliore e non alla classe politica dirigente, sprecona e opportunista. Noi ci accodiamo al suo giudizio, ricordando come il TG1 abbia approfittato per sfigurare come sempre in tempi recenti, censurando l’intervento e dedicandolo a chissà quale frivola notizia alternativa.

Vi consigliamo di andare al cinema a vedere questo spaccato di vita, all’uomo Germano…CHAPEAU!

Di seguito l’elenco dei vincitori, decretato dalla giuria presieduta da Tim Burton:

Palma d’oro: “Uncle Boonmee Who Can Recall His Past Lives”

Grand Prix: “Des hommes et des dieux” di Xavier Beauvois

Miglior Regia: Mathieu Amalric per “Tourneé”

Premio della Giuria: “Un homme Qui Crie” di Ciad Mahamat-Saleh

Miglior Attore: Elio Germano per “La nostra vita” e Javier Bardem per “Biutiful”

Miglior Attrice: Juliette Binoche per “Copia Conforme”

Miglior Sceneggiatura: Lee Chang Dong per “Poetry”

Camera d’Oro per la Migliore Opera Prima: “Ano Bisiesto” di Michael Rowe (Quinzaine des Realisateurs)

Palma d’Oro per il Miglior Cortometraggio: “Chienne d’Histoire” di Serge Avedikian

Premio della giuria per i cortometraggi: “Micky Bader” di Frida Kempff

di S.Bracci

About admin 2554 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook