Fringe: sogno o son desto?

LA CONFUSIONE REGNA SOVRANA NELLA SERIE, MA SI PARLA DI UNA QUINTA STAGIONE IN PRE-PRODUZIONE

Domandona delle domandone: quale sarà il destino di “Fringe”? Quale possibile timeline può ancora soddisfare la morbosa curiosità degli spettatori? Alla Fox ancora tutti è in alto mare a metà della quarta stagione, quel che è certo è che la prossima si farà, nonostante il brusco calo degli ascolti. Con otto episodi a sinistra, c’è ancora molta storia da raccontare e impensabili intrecci tra Olivia, Peter e Walter da poter sviscerare.

Ripartiamo con calma, da dove tutto era iniziato. 2008. Gli agenti dell’FBI Olivia Dunham e Peter Bishop si trovano di fronte alla rapida diffusione di un fenomeno naturale apparentemente inspiegabile e pericoloso. Nel tentativo di fermare il contagio, con l’appoggio anche dell’agente Phillip Broyles, i due tentano di ottenere l’aiuto del dottor Walter Bishop, padre di Peter, un genio della scienza rinchiuso da molti anni in un istituto d’igiene mentale.

2012. L’intero cast della serie sci-fi creata da JJ Abrams è stato intervista la scorsa settimana al WonderCon e l’aspetto predominante delle loro parole e come loro stessi, giocosamente, abbiano ammesso di aver perso il conto di quante versioni dei loro personaggi hanno interpretato. Chi le ha contate dice ben otto, possibile? Indubbiamente,  i molteplici salti temporali non rendono facile la vita agli spettatori, spesso confusi nel continuo cambio di visione “universale” dei loro beniamini. Il rischio, però, nonostante l’indubbia qualità del prodotto, è che presto possa subentrare una stanchezza fisiologica in risposta ai misteri continui e strampalati propinati dagli sceneggiatori.

Sono passati quattro anni e ancora molte problematiche relative allo script sono rimaste irrisolte. Perché iniettare ad Olivia il cortexiphan? Perché David Robert Jones così ossessionato da lei? Sicuramente questa stagione fornirà risposte a tutte queste domande e non solo, stando almeno a quanto promesso dai produttori esecutivi Jeff Pinkner e JH Wyman. Se voi gli credete è probabile che un mutaforma vi abbia sostituito…o più semplicemente siate entrati dal lato sbagliato del vostro universo parallelo. 

http://www.youtube.com/v/PjRdAEm1Zw8?version=3&hl=it_IT

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook