Los angeles, italia film fest 2013: il giorno di tarantino e franco nero

IL REGISTA OMAGGIA IL “DJANGO” ORIGINALE E, INSIEME A CHRISTOPH WALTZ, INNEGGIA AL NOSTRO CINEMA 

Giornata intensa al Los Angeles, Italia Film Fest, kermesse che racchiude anche altri omaggi all’arte italiana, come la moda e la musica, mescolando il tutto in maniera italiana e richiamando nei cinema di Hollywood gran parte del panorama italo-americano presente in città, specie relativo ad attori e starlette, giovani produttori e addetti stampa che hanno avuto l’occasione di fare networking.

Ieri si è raggiunto il momento più alto con l’arrivo annunciato e attesissimo di Quentin Tarantino, che insieme a Christoph Waltz e al mega produttore Harvey Weinstein sono stati invitati per onorare e celebrare il nostro cinema del passato, quello spaghetti western così ben rappresentato da Franco Nero e dal suo compare cappello e rivoltella Giuliano Gemma.

Quest’ultimo lo intervisteremo oggi, mentre mister Quentin si è lasciato trasportare dall’emozione della serata dandoci una ulteriore lezione di grandezza cinematografica d’autore (e non solo), spiegando alla sala gremita che la sua invettiva di un paio di anni fa si riferiva al fatto che l’America (ma aggiungerei anche il resto del mondo cinefilo) vuole vedere il cinema italiano tornare grande, come all’epoca dei vari Fellini, Corbucci e degli altri famosi cineasti del nostro paese.

Da quanti anni lo stiamo predicando? È ora di prenderci le nostre responsabilità e, come in politica, la classe dirigente formata da autore, registi, produttori, distributori ed esercenti cambiare completamente rotta e investire sul “vivaio” dei giovani come Toni Trupia, ad esempio, e rilanciare un mercato oramai completamente bloccato, creativamente ed economicamente. Allo sbando rilancerei…

Onore quindi a Tarantino e a coloro che credono nel cambiamento, come sostenuto anche da Michele Placido in maniera ufficiale, onore a chi ha reso grande il nostro cinema, onore a chi ha ancora la lucida capacità di saperlo apprezzare e ad ammettere gli errori del presente.  Ora è il momento di tornare a farci apprezzare davvero. 

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook