Meryl Streep sarà in Big Little Lies

L’ATTRICE DAL RECORD DI NOMINATION AGLI OSCAR NEL CAST DELLA SECONDA STAGIONE DELLA SERIE HBO

BIG-LITTLE-LIES Mentre The Post di Steven Spielberg (e con Tom Hanks) è ancora nelle sale, macinando riconoscimenti e consensi, oggi l’attrice protagonista Meryl Streep è balzata agli onori della cronaca per differenti motivi: sarà nel cast della seconda stagione di Big Little Lies. La presenza della pluri-nominata agli Academy Awards (21, con la recentissima candidatura) nello show del canale via cavo HBO non può che leggersi come un’ulteriore segnale, se davvero ce ne fosse bisogno, di quanto i confini tra grande e piccolo schermo si siano assottigliati. Lo sono per la carriera di un attore, che una volta cercava di “usare” la televisione perlopiù come trampolino di lancio per il cinema, mentre adesso Matthew McConaughey diventa attore “serio”, ad Hollywood, con True Detective; lo stanno diventando anche dal punto di vista economico,  visto che secondo Variety il compenso che HBO riconoscerà alla Streep si aggira intorno agli 800mila dollari per episodio.

D’altronde, la stessa Big Little Lies può vantare volti celebri, provenienti dal grande schermo, già nel cast “originale”. Per chi ancora conoscesse poco la mini-serie che ha trionfato agli Emmy e ai Golden Globe, va infatti ricordato che nella prima stagione si sono viste avvicendarsi attrici del calibro di Nicole Kidman, Reese Witherspoon, Shailene Woodley, Laura Dern, oltre ad Alexander Skarsgård e Adam Scott tra gli uomini. La trama della serie vira intorno alle vicende di Celeste, Jane e Madeline, tre amiche e madri che vivono a Monterey e che sono alle prese con i piccoli e grandi problemi della vita quotidiana. Madeline soffre perché la figlia sta crescendo a fianco della nuova compagna dell’ex marito, Jane è una ragazza madre con un trauma alle spalle da superare, mentre Celeste subisce gli abusi del marito. Le loro vite vengono scosse da un brutale omicidio, avvenuto durante una festa di beneficenza per i genitori nella scuola frequentata dai loro figli. Nel dicembre 2017, visto il successo riscosso, HBO ha quindi deciso di confermare la serie per una seconda stagione, sempre composta da sette episodi.

Per chi non ha pazienza di aspettare le nuove avventure delle donne di Monterey, però, è da poco approdata su Sky Atlantic (in Italia, il 22 gennaio), la serie Britannia, co-prodotta da Amazon e dalla stessa Sky. Lo show è ambientato nel nel 43 d.C., quasi un secolo dopo il tentativo fallito di Giulio Cesare di conquistare l’arcipelago britannico. Ci riprova l’imperatore Claudio, mandando le sue truppe sulle coste dell’Inghilterra per sgominare le tribù celtiche. Quella che sembra una semplice guerra di conquista diventa quasi uno scontro di civiltà: da una parte la magia e la superstizione dei druidi e dall’altra la razionalità conquistatrice dei soldati romani. In un anno privo di Game of Thrones (la quale stagione finale è attesa solo per il 2019), Sky e Amazon si “alleano” allora per competere con la propria serie fante-medievale. Con un cast internazionale, in cui è presente anche il “nostro” Fortunato Cerlino (Pietro Savastano in Gomorra), la serie ha debuttato in USA (su Amazon Prime Video) e nel Regno Unito (su Sky Atlantic) il 18 gennaio, trovando già commenti entusiasti per la sua affascinante commistione tra la scrupolosa ricostruzione storica e la componente fantasy-mistica-soprannaturale.

Ma questa è stata anche la settimana di un nuovo arrivo in casa The CW, il network della Warner Bros dominato dai supereroi del soprannominato Arrow-verse. Il pilot negli USA è in realtà andato in onda il 16 gennaio, ma in Italia Black Lightning (o Fulmine Nero, per i lettori della DC Comics) ha debuttato sulla piattaforma Netflix il 23, la quale rilascerà un episodio a settimana. Il protagonista della serie è Jefferson Pierce (interpretato dall’attore Cress Williams), un metaumano capace di controllare fenomeni elettromagnetici e che ha combattuto il crimine nei panni di Black Lighning. Constatando l’impatto che questa attività ha sulla propria famiglia, decide di ritirarsi e diventa il preside del liceo locale. Quando però una gang criminale prende il controllo delle strade e le forze dell’ordine falliscono nel tentativo di contenerla, Pierce si vede costretto a tornare in azione indossando maschera e costume. Detto questo, non resta che conoscere questo nuovo supereroe, sicuramente poco conosciuto dalla massa, facendo però ben attenzione: anche se di marchio The CW, “Fulmine Nero” non fa parte ufficialmente dell’Arrow-verse e le sue avventure, quindi, non incroceranno le strade di Freccia Verde & co, almeno per ora (ovvero, fin quando il personaggio si guadagnerà o meno una discreta fascia di spettatori).

About Gianvito Di Muro 268 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".