L’amore bugiardo – Gone girl: recensione film

L’AMORE BUGIARDO – GONE GIRL, L’ULTIMO CAPOLAVORO DI DAVID FINCHER

l'amore bugiardo gone girl locandina filmGENERE: thriller/drammatico

DURATA: 145′

USCITA IN SALA: 18 Dicembre 2014

VOTO: 4,5 su 5

Quando capiamo di provare qualcosa per una persona, anche a partire solo dall’iniziale interesse, da quel momento vogliamo a tutti i costi corrispondere all’identikit fittizio che immaginiamo questa voglia incontrare. Ogni volta che cominciamo ad interagire con una persona sfoderiamo una parte della nostra personalità e raccontiamo aneddoti del carattere e della vita in base a chi abbiamo di fronte. Quante immagini differenti di noi stessi possiamo dare contemporaneamente? La maggior parte delle volte fingiamo di essere qualcuno che non siamo, nascosti dietro una piccola verità che definiamo innocente, pronti a sfoggiare maschere diverse a seconda della situazione in cui ci troviamo. Potremmo mai dire di conoscere davvero chi ci è vicino? Come possiamo farlo se spesso non siamo sicuri di sapere bene neanche chi siamo noi in primis?

L’amore bugiardo – Gone girl è la storia di una coppia felice, Nick (Ben Affleck) e Amy (Rosamund Pike), che fin dal primo momento in cui si sono conosciuti capiscono di essere fatti per stare insieme. Lui un giornalista, lei una scrittrice, si trasferiscono da New York City al Missouri a causa di una malattia mortale della madre di lui. Lontani dal mondo in cui si erano incontrati, i due coniugi cominciano pian piano a riscoprirsi estranei: gelosia, solitudine, problemi economici e familiari. La crisi matrimoniale è ormai inarrestabile. Le cose peggiorano quando il giorno del loro anniversario Rosamund scompare e gli indizi fanno pensare ad un rapimento. Dov’era Nick quando la moglie è scomparsa? Potrebbe un amorevole marito e una così gentile persona aver fatto del male alla moglie? Il caso diventa di dominio nazionale e l’opinione pubblica entra in scena in una caccia alle streghe che vuole trovare a tutti i costi e in fretta un colpevole.

David Fincher (Seven, Fight Club, The social newtwork) torna alla regia con un magistrale intreccio psicologico, il miglior thriller drammatico degli ultimi tempi. Pregno di tensione sin dalle prime battute dopo la scomparsa della donna, Gone girl entra nelle vene e inietta una scarica di adrenalina necessaria per un viaggio viscerale nella profondità della pazzia umana, che raggiunge livelli di pericolosità inesplorati quando si sente una preda messa in gabbia. Le rivelazioni sul caso infatti lasciano intuire come probabilmente dietro il rapimento ci sia Nick, a cui viene prontamente puntato il dito contro dalle pagine dei quotidiani americani e dai più beceri talk show. Il pubblico da casa diviene attore co-protagonista di un piano organizzato a tavolino per rovinare una vita. Ma chi è la vittima e chi è il carnefice? Man mano che il film avanza si perde totalmente la sicurezza del giudizio su cosa sia vero e cosa falso, cosa giusto e cosa sbagliato.

Il continuo parallelismo tra nuovi dettagli aggiunti alla storia e la rappresentazione di flashback verosimili è dettato dall’alternanza tra il racconto in media res e la voce fuori campo di Amy che riflettendo quasi in maniera ipnotica porge pezzi di puzzle che però a volte non sono quelli che si incastrano perfettamente. E’ un continuo susseguirsi di rivelazioni probabili ma non certe, lo spettatore è disorientato e allo stesso tempo completamente preso nel risolvere questo gioco visionario e mentale, finché non rimane sospeso nell’incertezza e segue come un fedele cagnolino l’imprevedibile follia creativa del regista che ha scelto una coppia di attori impeccabili entrambi con interpretazioni da Oscar.

L’amore bugiardo – Gone girl è un film critico, inaspettato, fuorviante, illogico, pretenzioso nello sradicare qualsiasi concetto moralmente riconosciuto e nel quale si credeva fermamente fino a poco prima. Allo stesso tempo è anche un film dannatamente ammaliante che si fa seguire come una luce in lontananza in un tunnel immerso nell’oscurità che sai già che quando quella luce sarà vicina, la verità sarà rivelata e la tua salvezza assicurata.

 

About Redazione Film4Life 5538 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook