Wayward Pines: First look


IN ANTEPRIMA WAYWARD PINES, LA MINISERIE EVENTO ISPIRATA A TWIN PEAKS

waynard pines locandinaNiente è ciò che sembra a Wayward Pines. Lo sa bene Ethan Burke (Matt Dillon), un agente segreto che, durante la ricerca di due agenti federali scomparsi, tra cui Kate Hewson (Carla Cugino), sua ex partner e fiamma, ha un incidente automobilistico, sparisce nel nulla e si ritrova nella misteriosa cittadina di Wayward Pines, nell’Idaho. Quella che sembra una tipica felice piccola città americana, è popolata da personaggi imperscrutabili e sembra non dare la possibilità di andarsene a chi vi ci si ritrovi. Burke inizia ad avere allucinazioni ed è in cura presso un dottore. Nel frattempo, la moglie (Shannyn Sossamon) e il figlio (Charlie Tahan), preoccupati dal non avere notizie convincenti su Ethan, si mettono sulle sue tracce.

“Questa non è una città come le altre”, dice l’infermiera che accudisce Burke dopo l’incidente. Wayward Pines rimanda immediatamente a Twin Peaks, al Paradiso idilliaco dove tutto sembra al suo posto, tranne per il fatto che le persone si comportano in modo alquanto sospetto. La serie, però, è la trasposizione cinematografica del romanzo Pines, scritto nel 2012 da Blake Crouch, che a sua volta si era ispirato alle vicende di Twin Peaks. Non c’è solo il rimando alla serie cult in Wayward Pines, ma sono disseminati richiami cinematografici che vanno da The Truman Show (tutti sono tenuti sotto controllo da qualcosa) e The Village, e non per niente tra i produttori e i registi della serie c’è lo zampino di M. Night Shyamalan. Matt Dillon è l’antieroe della storia, e il suo personaggio può ricordare il tormentato Rust Cohle di True Detective. Occhio a due personaggi d’eccezione: Terrence Howard (il patriarca di Empire) nei panni dello sceriffo della città, e Juliette Lewis, nel ruolo di una barista che aiuta Burke.

Wayward Pines è una miniserie evento composta (purtroppo) da 10 episodi. Il pilot è costruito come un film: si parte dalla presentazione della città come emblema della felicità, per poi addentrarci sempre di più nell’oscurità e del mistero, fino a chiedervi se lo stesso Burke stia immaginando tutto o se c’è davvero l’occhio del Grande Fratello che tutto può e tutto vede. Siamo di fronte a un thriller psicologico più che una serie crime, che non può non esser vista. La data ufficiale in cui Wayward Pines debutterà è il 14 maggio sul canale Fox, ma lo stesso canale ha dichiarato di aver reso disponibile il primo episodio sulla piattaforma online on demand, almeno fino al 30 aprile. Una mossa strategica che forse influirà sugli ascolti del pilot, ma sicuramente è una buona strategia per incuriosire il pubblico. E funziona.

About Verdiana Paolucci 542 Articoli
Linguista, aspirante giornalista, amante del cinema, malata di serie tv, in particolare dei crime polizieschi.