Libri e cinema: connubio perfetto

I LIBRI PIÙ CELEBRI DEDICATI AL MONDO DEL GIOCO, IL CONNUBIO PERFETTO TRA CINEMA E LETTERATURA 

Il gioco è un passatempo presente fin dall’antichità e in ciascuna cultura, così come si ritrovano particolari usi e costumi, si riscoprono anche peculiari tradizioni che caratterizzano il modo di giocare. Tra i giochi più antichi vi è il Backgammon, che sembra risalga ad oltre 4000 anni fa. Tracce dei giochi se ne ritrovano anche all’interno della letteratura, capace di fornire gli schemi per fissare le regole attraverso i secoli ma, allo stesso tempo, anche in grado di descrivere le emozioni che possono derivare da una partita o ancora gli aspetti negativi suscitati dal gioco.

la mano sbagliataTra i più celebri romanzi che rientrano in quest’ultima categoria è impossibile non citare “il giocatore” di Dostoevskij, un volume che ha fatto storia e rientra di diritto tra i testi più meritevoli della letteratura internazionale di tutti i tempi. L’autore russo ripercorre quanto vissuto in prima persona in quanto dipendente dal gioco d’azzardo, in particolare dalla roulette. Dedicato a quest’ultima è anche il titolo scritto da Michilli, “Fate il vostro gioco”: il protagonista dell’opera riesce a delineare un sistema capace di comprendere eventuali imperfezioni della roulette e trarne così un vantaggio personale nel momento della scommessa.

Cambiando il focus ma rimanendo legati ai giochi da casinò, si può virare su un titolo che ha poi trovato la sua trasposizione cinematografica ed è così divenuto cult: Paura e disgusto a Las Vegas, di Thompson (il titolo del film è variato in Paura e delirio a Las Vegas, con Johnny Depp e Benicio del Toro). Il libro è un romanzo, anche in questo caso autobiografico, in cui il protagonista è un giornalista che insieme al proprio avvocato partono con l’idea di seguire una corsa di moto nel deserto del Nevada. Ben presto però i due si ritrovano rapiti dalla realtà offerta dai casinò e dalle sale gioco della Las Vegas degli anni ’70, nel pieno del sogno americano.

Un volume altrettanto celebre dedicato al poker è quello scritto da Guenassia e intitolato “La mano sbagliata”. In questo libro il protagonista, Baptiste Dupré, ha un solo obiettivo, quello di diventare il miglior giocatore di sempre: il calcolo delle percentuali del poker e l’elaborazione di sistemi per vincere più sfide possibili sono la base su cui si sviluppa il libro, ambientato a Parigi. Da sottolineare sono inoltre le caratterizzazioni psicologiche di ogni personaggio: l’autore ha ribadito di aver preso spunto da fatti di cronaca realmente accaduti, per quanto a volte poco verosimili. Un autore che invece ha saputo destreggiarsi tra guide e romanzi sempre dedicati al mondo del poker è Bob Dancer. Dopo alcuni volumi di saggistica sul gioco e le sue regole, l’autore si è dedicato al romanzo e ha pubblicato “Sex, Lies and Video Poker” in cui il poker è, come si può ben comprendere dal titolo, parte integrante della trama.

Sempre dedicato al mondo del gioco ma volendo lasciare da parte roulette e carte, “Comprare il sole” potrebbe essere una valida alternativa. Il romanzo racconta la vicenda Nadia Motta che vince 21 milioni di euro alla lotteria, cifra che permette alla protagonista di cambiare radicalmente vita per poi scoprire, tuttavia, che i soldi non saranno sufficienti a comprare la felicità.

 

About Redazione Film4Life 5787 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook