Damsels in distress – ragazze allo sbando: recensione film

ANIMAL HOUSE AL FEMMINILE CON UN’IRONIA CHE RICORDA WOODY ALLEN

GENERE: COMMEDIA

USCITA: 01 Agosto 2012

È passato quasi un anno da quando il film è stato presentato a Venezia, proiettato l’ultimo giorno quando ormai l’attenzione era rivolta ai pronostici sui probabili vincitori, questo Animal House al femminile è passato purtroppo in sordina  e il rischio è che si ripeta la storia. 

L’uscita di Damsels in distress – Ragazze allo sbaraglio è prevista in sala per domani primo agosto, e per i pochi che non sono ancora partiti potrà essere un modo per passare una serata divertente e al fresco in una sala cinematografica.
La trama è semplice, quasi banale ma il risultato è sopra le aspettative per un film divertente e per niente banale con una sceneggiatura fresca e ironica al punto giusto, tanto che a diversi critici d’oltreoceano ha ricordato lo stile di Woody Allen. 

E non c’è da stupirsi, infatti il regista Whit Stillman non è un novellino, ha ricevuto nel 1990  una nomination all’Oscar per la miglior sceneggiatura originale con il suo primo film Metropolitan, e ha scritto per diversi giornali come The Guardian e El Pais.

Damsel in distress, è una simpatica commedia ben confezionata. Amori, tradimenti e conflitti in un college americano con una nota di ironia che rende il tutto meno borioso e patinato del solito con un’ambientazione un po’ anni 50 da pubblicità americana che non disturba, come non risultano eccessivi i momenti musicali.
Tra gli attori una brillante Greta Gerwin, probabilmente tra le migliori e un Adam Brody che stenta ad uscire fuori dal personaggio televisivo di O.C.

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook