Hostages: su CBS il debutto con Toni Collette e Dylan McDermott

LA STAGIONE CALDA DELLE SERIE TV PROSEGUE CON UN PRODOTTO ADRENALINICO FIRMATO DA JERRY BRUCKHEIMER

Questo autunno sta riservando grandissime novità in fatto di serie televisive. Sulla CBS ha infatti debuttato la fiction-drama Hostages, dal plot assolutamente accattivante. La serie vede protagonista l’attrice Toni Collette nei panni di una dottoressa che viene presa in ostaggio con tutta la sua famiglia da un agente dell’FBI corrotto, interpretato da Dylan McDermott. L’uomo vuol far si che la dottoressa uccida il Presidente degli USA sotto i ferri chirurgi, operato da lei stessa il giorno seguente, oppure sterminerà tutta la sua famiglia.

Tra colpi di scena e decisioni al cardiopalma la serie si rivela adrenalinica e ben scritta, il pilot è congeniale e tiene lo spettatore incollato allo schermo, anche grazie ai flashback che si susseguono per tutto l’episodio. Aspettando le prossime puntate si spera che una vicenda così costipata venga sviluppata in modo intelligente senza scendere nelle forzature narrative che alla lunga fanno perdere interesse e credibilità.

Nel cast, oltre Toni Collette e Dylan McDermott, sono presenti anche Tate Donovan, Quinn Shephard e James Naughton. L’idea di base è ispirata al telefilm israeliano Bneu Aruba ma in questo caso il produttore è nientedimeno che il catastrofico Jerry Bruckheimer. Dopo il bellissimo The Bridge un’altra serie americana prende spunto da una fiction estera e, se il risultato sarà lo stesso, siamo certi che la ”copiatura” è assolutamente giustificata.

 

About Damiano Panattoni 269 Articoli
Dall'irrazionale vita dedicata ai sogni effimeri di uno schermo bianco - @Damiano_Pan on Twitter