Claudio Corinaldesi al suo debutto in regia

INTERVISTA TOUT-COURT ALL’AUTORE DEL MEDIOMETRAGGIO “BUON COMPLEANNO SALLY”

Esordio alla regia, un salto triplo fatto quasi con semplicità. Claudio Corinaldesi sul set di Buon Compleanno Sally ha potuto filtrare la sua carriera d’attore, oltre a portare esperienza e know how dietro la macchina da presa. L’interesse è stato quello di affrontare un tema forte, come i danni provocati dall’utilizzo della droga, e legarlo alle difficoltà incontrate dagli adolescenti in un periodo delicato della loro vita.

Claudio nasce a Roma 41 anni fa. Il suo amore per la recitazione risale al 1989, anno in cui svolgeva il servizio militare a Taranto. Inizia la sua carriera tv nel 2006, partecipando ad un pilot , per la regia di Mariano Lamberti: Domicilio coatto e dopo una breve incursione in Distretto di Polizia 10, arriva sul set partenopeo di La nuova squadra – Spaccanapoli. Nel 2011 recita al fianco di Gabriel Garko e Manuela Arcuri in Sangue Caldo, di A. Inturri e Luigi Parisi. Il prossimo anno lo vedremo tra i protagonisti di Gomorra – La Serie dove interpreta il Ruolo di “Aniello L’Africano” diretto da Stefano Sollima. Lo abbiamo raggiunto e questo è quanto ci ha raccontato:

1. DOVE NASCE IL FILM E COSA TI HA PORTATO A SCRIVERLO?

Sally nasce dall’esigenza di cercare in tutti i modi di mettere a conoscenza tutti i giovani e i genitori “poco attenti”di ciò che puoò accadere facendo uso di cocaina,alcol e derivati. Sono un padre molto attento e presente, le mia figlie crescono e i timori da genitore aumentano. Amicizie sbagliate, scelte sbagliate, problemi celati, bugie, mezze verità e brutta gente…possono essere dietro l’angolo e i giovani tutti vanno protetti.

2. ESORDIO IN REGIA: COM’È STATO FARLO INSIEME A GLORIA GIORDANI?

Non sono un regista ne ho mai seguito un corso di regia, sono un attore e ho utilizzato le mie esperienze sul Set e un po’ di fantasia per cercare di creare un prodotto piacevole. Non ho mai pensato di voler fare il regista di professione. Ho voluto provare a creare una storia che potesse interessare i giovani. Più che un film, BCS è un docufilm. Gloria Giordani è una regista molto tecnica e molto preparata oltre che una persona spelendida, il nostro incontro è stato possibile grazie a Simone Andriollo (direttore della fotografia di Sally) e lavorare con lei è stata davvero una bella esperienza, viaggiamo più o meno sulla stessa frequenza e ci capiamo al volo, talvolta anche senza parlare; lei tende ad allargare le inquadrature e io a stringere un pochino, ma troviamo sempre la via di mezzo.

3. QUANTO DI TE ATTORE C’È NEL LAVORO CON I SINGOLI INTERPRETI?

Come già detto in conferenza stampa al Macro – Museo d’Arte Contemporanea Roma, il cast per scelta è stato composto da attori professionisti Simone Sabani, Cecilia Delle Fratte, Erika D’Ambrosio e Renata Malinconico, da attori esordienti come Daniele Foresi…e da “non” attori, ovvero Beatrice Corsini,Valentino Pucciarelli (che segue corsi di teatro) e Lucia Fusco che invece è un’insegnante. Il mio rapporto con gli attori, da attore, è avvenuto in maniera parziale perchè i primi quattro giorni di riprese ero impegnato sul set di Gomorra la Serie. Buon Compleanno Sally è stato girato in 6 giorni.

4. CAST E LOCATION, IN CHE MODO C’È STATA LA SCELTA? 

BCS doveva essere fatto da ragazzi giovani provenienti da laboratori Teatrali…poi parlando con Simone Sabani amico di Set e non solo di vecchia data,abbiamo deciso che avrebbe fatto parte del cast nel ruolo del cattivo Sandro. Le tre protagoniste la nonna (Beatrice Corsini),il papà (Valentino Pucciarelli) e Marco (Daniele Foresi) tramite provino, mentre la mamma (Lucia Fusco) è stata scelta all’ultimo minuto, per le emozioni che ci ha regalato improvvisando la scena dell’obitorio. Sabaudia è stata scelta perchè è la terra che mi ha adottato ed è la terra alla quale il produttore della Tauron Entertainment, Paolo Zanotti è molto legato. Sally (Cecilia Delle Fratte) l’ho scelta per l’ottimo provino e per le sue caratteristiche fisiche, mi è piaciuta subito, ricorda un pò Alice nel paese delle meraviglie

5. IN CHE MODO “SALLY” SI UNISCE AI TUOI PROGETTI FUTURI?

Non saprei, ho in cantiere diversi lavori, ma non credo dipenda solo da me. Adesso mi concentro completamente sul percorso festivaliero del mio primo film!

 

About Simone Bracci 277 Articoli
Alla ricerca estrema dell'originalità, quel talento nascosto che il cinema porta a galla con classe ed eleganza d'autore.
Contact: Website