Film indipendenti: difficoltà di produzione e distribuzione

COME I FILM INDIPENDENTI STANNO OTTENENDO AIUTO DAI GRANDI MEDIA PER LA PROMOZIONE E LA DISTRIBUZIONE

nigerian princeA fronte di pochi film che guadagnano centinaia di milioni (o miliardi) di dollari al box office, sono pochi i film indipendenti che vanno incontro alla medesima sorte o che riescono ad arrivare nelle sale, specie se il regista è un esordiente e non può contare sul nome di qualche star. In tali circostanze, i grandi media e i festival cinematografici possono davvero fare la differenza.

Con l’aiuto di uno dei più grandi nomi dei media, infatti, l’americano Faraday Okoro ha recentemente conseguito un’impresa che molti aspiranti registi possono solo sognare. Dopo essere stato presentato al Tribeca Film Festival lo scorso Aprile, il suo Nigerian Prince ha debuttato su larga scala lo scorso mese grazie, in gran parte, a un premio da 1 milione di dollari messo a disposizione dalla compagnia AT & T.

La pellicola narra la storia di un adolescente mandato in Nigeria dalla madre contro la propria volontà. Per riuscire a mettere insieme i soldi necessari per comprare un biglietto di ritorno per gli Stati Uniti, il ragazzo finisce con il collaborare con altri, truffando ignari stranieri.

Con l’aiuto di AT & T, Faraday Okoro è diventato l’ultimo destinatario di una classe di registi indipendenti, che stanno ottenendo un impulso dalle aziende dei media per promuovere i loro lavori. “Per un film d’esordio, è inestimabile”, ha detto Faraday Okoro. “Devi solo fare un film con la tua voce.”

Nel 2017, AT & T ha collaborato con il Tribeca Film Institute per creare Untold Stories, un programma che ogni anno promuove diversi storytelling, fornendo finanziamenti, tutoraggio e distribuzione agli esordienti. Il progetto del vincitore appare anche al Tribeca Film Festival e sulle piattaforme video di AT & T in tutti gli Stati Uniti.

avengers infinity war
Avengers: Infinity War

I risultati al botteghino, infatti, solitamente premiano i blockbuster, come i recenti The Avengers: Infinity War, Black Panther e Jurassic World, ragion per cui i film indipendenti restano spesso sotto finanziati e sottovalutati.

Eppure osservatori come Kia Afra, professore ed esperto di cinema alla Chapman University, rimangono impressionati. L’uomo ha sottolineato che film indipendenti come Nigerian Prince ancora languiscono in relativa oscurità, nonostante il loro alto profilo.

“Come ha affermato Steven Soderbergh, è facile fare un film, ma è difficile convincere qualcuno a vederlo”, ha detto Afra alla CNBC di recente. “In altre parole, la produzione indipendente adesso è più economica e accessibile che in qualsiasi altro momento, ma la distribuzione rimane una barriera significativa”.

Lo studioso ha sottolineato che, a parte AT & T, colossi come Amazon e Sony sono attivi nel mondo del cinema indipendente ‒ producendo anche vincitori degli Oscar come Manchester by the Sea. Ma molte delle major indipendenti degli anni ’80, come Miramax o Orion, sono scomparse o sono state assorbite in agglomerati più importanti.

manchester by the sea
Manchester By The Sea

“Così, in effetti, ora abbiamo enormi conglomerati nel cinema indipendente, ma per quanto riguarda i produttori-distributori o le mini-major veramente indipendenti? Quest’ultime sono sparite tutte, tranne che Lionsgate”, ha aggiunto Afra.

Tuttavia, l’uomo ha espresso scetticismo sul fatto che i grandi media siano sul serio la soluzione ai problemi del mercato del cinema indipendente: si rischia infatti di saturare il mercato con un numero eccessivo di film a basso costo di scarsa qualità, rendendo le prospettive finanziarie per il film indipendente medio non buone.

“Ci saranno sempre film indipendenti di micro budget che hanno ottenuto il sostegno da importanti festival del cinema e giganti dei media”, ha detto lo studioso, “ma questa è l’eccezione e non la regola”.

Tra gli altri film indipendenti che hanno avuto un buon riscontro al box office vale la pena ricordate, La La Land di Lionsgate, Django Unchained di Weinstein e The Millionaire di Fox Searchlight.

About Valentina Mordini 249 Articoli
"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".