Honest Thief: recensione

HONEST THIEF: LIAM NEESON È SEMPRE LUI, INFATICABILE STAR ACTION HERO

DURATA: 92 minuti

USCITA: 16 ottobre 2020

VOTO: 3 su 5

Honest Thief Movie Poster (#1 of 2) - IMP Awards

Mai fare arrabbiare Liam Neeson, o meglio il suo alter-ego sul grande schermo. Questa è la morale. Honest thief é un tipico film d’azione, genere nel quale l’attore irlandese si è rifugiato nell’ultimo decennio, con risultati altalenanti. Dopo Taken, quasi tutti i personaggi che l’hanno seguito ne hanno più o meno ricalcato l’onda.

In Honest thief il personaggio di Neeson si chiama Tom e rapina banche. In virtù della sua perfezione nell’uscirne pulito ogni volta viene soprannominato “In and Out Bandit”, un nome poco di classe, che non gli va certo a genio. Quando incontra la donna della sua vita, Annie (Kate Walsh), è disposto a, per così dire, appendere le scarpe al chiodo. Ovvero costituirsi e cercare di patteggiare una pena che lo tenga lontano dall’amata il minor tempo possibile. Ma Tom non ha fatto i conti con alcuni agenti corrotti dell’FBI.

Il film pone spesso i personaggi in situazioni ridicole e inverosimili, ma non si guarda un film d’azione certo per la plausibilità della storia. È nel ritmo, nel coinvolgimento, nel carisma di Neeson che il film cerca di trovare la sua strada. Tom è un ladro buono di cuore, che per amore è disposto a tutto, ma il classico poliziotto corrotto gli nega la possibilità di fare la cosa giusta e di uscirne anche senza conseguenze troppo gravi. Quando però viene messa in mezzo anche la fidanzata diventa guerra aperta e qui l’attore si lascia andare a quello che tutti aspettavano: un vendicatore preciso, metodico, con la chiara missione di rimediare ai torti subiti.

Un personaggio così Neeson lo può fare col pilota automatico. Il film non aggiunge niente di più a mille altri film d’azione già visti, è una variante su un cannovaccio ben collaudato. Non fa neanche gridare allo scandalo, però. È puro intrattenimento e quello che gli è richiesto lo fa bene. Ci si schiera subito dalla parte di Tom e lo si vuol vedere riuscire nel suo intento. Con un protagonista diverso il film sarebbe finito subito nel dimenticatoio, ma vedere Neeson punire i cattivi è un piacere proibito a cui non sappiamo dir di no.

 

About Michael Traversa 40 Articoli
"O fai di tutto per vivere, o fai di tutto per morire."