Viaggio nel cinema indipendente italiano: l’iniziativa di Movieday

IL PRIMO FESTIVAL ITINERANTE ITALIANO CHE PROMUOVE I REGISTI INDIPENDENTI

Viaggio locandinaChe cos’è Movieday? E’ una start-up, è (udite udite!) tutta italiana, è la prima piattaforma web nel nostro paese che permette di organizzare proiezioni al cinema ed è, soprattutto, un mezzo di promozione per quei lavori di giovani registi italiani che hanno difficoltà a trovare una distribuzione, malgrado premi e riconoscimenti conquistati. Facile quindi capire perché, in un’ambiente come quello nazionale, spesso colpevole di una certa arretratezza o di invalicabili barriere culturali, una tale iniziativa possa ritenersi innovativa e promettente, tanto da vincere (appunto) il premio Innovazione Culturale della Fondazione Cariplo ed esser poi sostenuta da svariati enti, tra cui Europa Cinemas.

Ancor più degno di lode, quindi, l’ultimo progetto dell’audace iniziativa: Viaggio nel cinema indipendente italiano. Trattasi del primo festival itinerante della nostra penisola, in cui i più validi filmaker emergenti nazionali presenteranno i propri film in sala al grande pubblico. Su Movieday le opere sono state selezionate e, sempre sulla piattaforma, ha luogo l’organizzazione e la scelta delle varie tappe delle proiezioni, in cui avranno voce in capitolo i registi, i critici e gli stessi spettatori.

Già programmato l’avvio, con Memorie – Viaggio verso Auschwitz di Danilo Monte (tenutasi a Milano, il 22, al cinema Beltrade) e Fuoco Amico di Francesco Del Grosso (il 17 Novembre, al cinema Plinius, sempre a Milano). Da stabilire, invece, le date e i luoghi delle prossime proiezioni di Eva Braun di Simone Scafidi, Perfidia di Bonifacio Angius, I fantasmi di San Berillo di Edoardo Morabito, Oltre il guado di Lorenzo Bianchini, Unlearning di Lucio Basadonne e Anna Pollio,Rustam Casanova di Lorenzo Cioffi e Alessandro De Toni.

Non solo nuovi film, infine, nel singolare festival, ma anche rassegne dedicate ad opere che hanno ottenuto consensi da ogni dove, elette ora a veri e propri simboli dell’indipendente nostrano, da Il Caricatore del trittico Eugenio Cappuccio, Massimo Gaudioso e Fabio Nunziata a Low Tide di Roberto Minervini. Per cui tenete sempre d’occhio la sezione dedicata all’evento sul sito di Movieday, poiché il Viaggio nel cinema indipendente italiano potrebbe far tappa anche nella vostra città, bisognoso di tutta la partecipazione e l’appoggio possibile per far crescere un cinema troppo spesso lasciato sottotraccia e che, finalmente, sta pian piano trovando il suo meritevole spazio.

About Gianvito Di Muro 274 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".