Barbara Magnolfi: da Suspiria ad Hollywood

INTERVISTA ALL’ATTRICE ICONA DI DARIO ARGENTO E AL SUO RUOLO NEL CINEMA DI OGGI 

Icona dell’horror italiano d’esportazione negli anni 70, Barbara Magnolfi è un’attrice e produttrice  italiana, che da anni risiede negli Stati Uniti. Fin da bambina studia danza e recitazione. Ancora giovanissima, viene notata dal regista Antonio Pietrangeli, che le offre un ruolo nel suo ultimo film: Come Quando Perché. In questo periodo alterna il lavoro di attrice a quello di modella.

Nel 1977 il ruolo di Olga nel celeberrimo Suspiria, di Dario Argento. Negli anni 80 lavora sia per il cinema che per la televisione, interpretando tra l’altro il ruolo di Rita nel cannibal movie Inferno in diretta di Ruggero Deodato. Attualmente Barbara vive e lavora a Los Angeles, dove all’attività di attrice ha recentemente aggiunto anche quella di produttrice. L’abbiamo incontrata e in simpatia abbiamo fatto quattro chiacchiere insieme…

1. Com’è iniziata la tua carriera? 

Dal desiderio di libertá di espressione che ho avuto fin da piccola una forte immaginazione e necessitea di comunicare col mondo! Cosi fin da molto piccola iniziai danza classica , poi facevo la modella dopo scuola a 15 anni ed ancora prima a 13 anni ero stata presa per un film da Pietrangeli , il suo ultimo poi passato a Zurlini “Come Quando Perché” . Da quel momento in poi la mia decisione fu ancor piú ferma ero certa di voler fare questo lavoro! Poi il resto seguí malgrado varie difficoltá ed ostacoli sopratutto da persone che ti danno consigli non richiesti ..”per il tuo bene” e che in realtá cercano di sminuirti ed impedirti di raggiungere i tuoi scopi, feci iil mio primo film ufficiale con Sergio Martino in “Morte sospetta di una minorenne” poi fui richiesta da Dario Argento per il ruolo di Olga in “Suspiria” quel film segnó una grande tappa nella mia carriera poiché divenne un Cult classic e la magia di quel film continuó a seguirmi ovunque!

2. A cosa stai lavorando ora?

Sto lavorando su un progetto che riporterà alla ribalta molti dei registi ed attori dell’epoca cult Italiana degli anni 70-80 che si chiama “The Book ” “Il Libro”Ognuno dei registi dirigerá il proprio film per un’insieme impressionante di talento. Sono in Italia da qualche mese per questo ed un’atro progetto , inoltre sto scrivendo la mia autobiografia e cerco un editore per questa, vorrei riprendere la mia carriera qui in Italia e Francia , considero i cineasti Italiani e Francesi tra i migliori e mi piacerebbe molto rilavorare qui e vedere ancora piu film Italiani candidati agli Oscar.

3. Raccontaci il tuo rapporto con l’horror
Un po odio-amore, non amo l’horror come genere sopratutto il “gore Horror ” americano , ma apprezzo un film di suspense, un poliziesco, anche un giallo , eppure mi richiedono spesso di fare ruoli horror, quindi é sempre stato una sorta di compromesso. Comunque alla fine fare ruoli da cattiva mi diverte!

4. Dopo recitazione e produzione, pensi anche alla regia?
Si certo , ho sempre voluto essere regista e lo faró sicuramente presto iniziando magari con un short , le idee non mi mancano, in realtá ho forse anche un produttore per farlo.

5. Quindi che progetti futuri ti attendono?
Sicuramente collaborazioni varie ed inoltre ristabilire una carriera in Italia ed una presenza a Hollywood , fare un film o piu in qualità di regia e produrre progetti che mi stanno a cuore continuando pur sempre a recitare. www.barbaramagnolfi.com

 Foto copertina di Ray Kachatorian

About Simone Bracci 271 Articoli
Alla ricerca estrema dell'originalità, quel talento nascosto che il cinema porta a galla con classe ed eleganza d'autore.
Contact: Website