Gangs of New York: Martin Scorsese farà la serie tv

IL REGISTA AMERICANO TORNA A LAVORARE SUL SUO CAPOLAVORO

Quando si sceglie di fare il regista, una delle difficoltà a cui si va incontro è il fatto di dover raccontare una storia che va da un massimo ad un minimo di durata. Martin Scorsese è ormai un fuoriclasse nel suo lavoro, e sa quindi destreggiarsi bene nella completezza della narrazione dato il limite dei minuti.

È per questo, forse, che a distanza di più di 10 anni ha deciso di ritirare fuori il lavoro cinematografico Gangs of New York, e approfondire le storie che venivano raccontate al suo interno creandone una serie tv a se stante. Ricollegandosi al film, che vedeva come protagonisti principali Leonardo Di Caprio, Daniel Day Lewis e Cameron Diaz, racconterà sul piccolo schermo le vicende delle gang di New York, Chicago e New Orleans.

Questo quanto reso noto tramite un comunicato della Miramax diffuso ieri in tarda serata, dal quale si apprende anche che “Scorsese ha sempre immaginato questa storia come un’epopea americana e ora lavorerà per vederla realizzata”. Sulla notizia si è espresso lo stesso regista premio Oscar in persona, affermando che “questo periodo ed epoca della storia e della tradizione americana è ricco di personaggi e storie che non si possono pienamente esplorare in un film di due ore. Una serie televisiva ti offre tempo e libertà creativa per far rinascere questo mondo”.

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook