Borg McEnroe, Auguri per la tua morte, The Place

BORG MCENROE E THE PLACE, PRESENTATI ALLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA, MA ANCHE L’HORROR THRILLER AUGURI PER LA TUA MORTE: QUESTI E MOLTI ALTRI I FILM AL CINEMA QUESTA SETTIMANA!

the place mastandreaA Festa del Cinema di Roma finita, i primi film che hanno debuttato in quell’occasione cominciano ad arrivare in sala. Tra questi The Place di Paolo Genovese, che insieme al cast intero (Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Alessandro Borghi, Alba Rohrwacher, Vittoria Puccini, Silvio Muccino, Vinicio Marchioni, Giulia Lazzarini, Rocco Papaleo, Sabrina Ferilli e Silvia D’Amico), la scorsa settimana, ha chiuso al festival. Dopo il pluripremiato Perfetti sconosciuti, il regista decide di ispirarsi alla serie tv americana The Booth at the End, per raccontare una storia che coinvolge un misterioso uomo, sempre seduto al tavolo di locale, che riceve continuamente persone con dei desideri difficili o impossibili da realizzare. Lui, però, è disposto ad esaudirli in cambio di qualcos’altro. Un film introspettivo, che fa riflettere su fino a che punto saremmo disposti a spingerci.

Molte altre le pellicole italiane in sala da oggi: Addio fottuti musi verdi, il debutto cinematografico del gruppo The Jackal in un film che racconta in modo satirico, portandola all’eccesso, la fuga di cervelli a cui l’Italia è sottoposta a causa della disoccupazione;  L’esodo, che si concentra sul nuovo tipo di povertà italiana nata a partire dal 2012, con il fenomeno degli esodati; Malarazza, che si concentra sulle periferie più degradate, dimenticate da tutti, dove la miseria e la criminalità comandano.

Questa weekend di uscite segna anche il ritorno in sala dell’orsetto Paddington. Dopo il primo film del 2014, questa nuova avventura lo vede andare alla ricerca, insieme a tutta la sua famiglia, di un attore sospettato di aver trafugato un preziosissimo oggetto, interpretato da Hugh Grant. Paddington 2 è una commedia, un film adatto a tutta la famiglia, dedicato alla memoria dello scrittore Michael Bond, creatore dell’orso Paddington nel 1958 con i suoi libri illustrati, e morto quest’anno. Infine, dalla Svezia, arriva al cinema The square, presentato in Concorso al Festival di Cannes 2017 e vincitore della Palma d’Oro.

Inoltre, da non perdere:

AUGURI PER LA TUA MORTE
Tree è una studentessa del college frivola, sicura di sé e abituata ad ottenere ciò che vuole. Dopo essersi svegliata nel letto della stanza di Carter, Tree passa la giornata del suo compleanno come se niente fosse, fino a quando viene brutalmente uccisa da un misterioso assassino mascherato. Il giorno dopo, la ragazza si risveglia e ha la sgradevole sensazione di aver già vissuto quei piccoli gesti quotidiani: così Tree rivive in continuazione il giorno del suo omicidio. La Blumhouse Production sforna un altro horror dal successo assicurato. Patinato da una colonna sonora accattivante, Auguri per la tua morte è un film ammiccante, divertente, pompato da una protagonista bene in parte. Gli omaggi cinematografici sono molteplici, a partire dal loop temporale, tema caro alle commedie, e qui il regista Christopher Landon (già sceneggiatore di Disturbia e Paranormal Activity) trasforma l’happy day del compleanno in un incubo senza fine.

BORG MCENROE
Alla Festa del Cinema di Roma ha conquistato la platea tanto da aggiudicarsi il Premio del Pubblico (BNL Pubblic Award): Borg McEnroe è il film sulla storica rivalità tra i due tennisti e del loro scontro nella finale di Wilmbledon del 1980. Ma oltre alla storia della partita, il film diretto dal danese Janus Metz Pedersen approfondisce anche la psiche dei due campioni, la fatica e il duro lavoro che si cela dietro un evento del genere, per arrivare a tali livelli. I due protagonisti sono interpretati da Shia LaBeouf (John McEnroe) e Sverrir Gudnason (Bjorn Borg). Nel cast anche Stellan Skarsgard nel ruolo di Lennart Bergelin, l’allenatore di Borg.

About Eleonora Materazzo 470 Articoli
"Suonala ancora, Sam"