Consigli DOC: la settimana della memoria

CONSIGLI AL CINEMA E FILM DA RECUPERARE…PER NON DIMENTICARE

Chiudiamo gennaio con il solenne ricordo dell’olocausto, la più grande ferita che l’umanità ha scelto senza motivo di auto infliggersi. Dedicata alla giornata della memoria (per non dimenticare mai) vi proponiamo una scelta in sala e un film da recuperare, oltre a ciò che secondo noi merita una visione particolare in questo fine settimana di cinema. Ecco i Consigli DOC di Film 4 Life, aggiornati con un post scriptum: presto i consigli diventeranno un app interattiva che coinvolgerà settima arte con il food & beverage. Stay thirsty!

THE EICHMANN SHOWPer curiosi consapevoli

Per onorare la Giornata della Memoria, grazie alla Lucky Red, arriva nelle sale italiane solo il 25, 26 e 27 gennaio The Eichmann Show – Il processo del secolo. Una ricostruzione, con video di repertorio, del processo di Adolf Eichmann, responsabile dell’organizzazione della deportazione degli ebrei nei campi di concentramento; il primo processo per crimini contro l’umanità a svolgersi in Israele e il primo evento ad essere mandato in onda in mondovisione.

ROSENSTRASSE Per curiosi storici

Berlino, 1943. Dal 26 febbraio al 6 marzo decine di donne si riunirono spontaneamente a Rosenstrasse davanti al palazzo dove erano rinchiusi i loro mariti, perché ebrei, ad aspettare il loro rilascio. Con Rosenstrasse, La von Trotta racconta come ci siano due modi diversi di affrontare il dolore e i ricordi: chi preferisce non parlarne, non smuovere le acque per non far riprecipitare la propria vita in un mondo torbido e chi, invece, ricorda volentieri, ritenendosi un vincitore, una persona che non è rimasta intrappolata nel circolo vizioso dell’odio.

 

JOYPer curiosi audaci

David O. Russell sceglie di portare sul grande schermo la vicenda dell’inventrice Joy Mangano con Joy, pellicola che può contare su una triade attoriale già usata dal regista: quella composta da Jennifer Lawrence, Bradley Cooper e Robert De Niro, presenti nel fortunato Il lato positivo. Quest’ultimo film del cineasta statunitense poggia le sue basi su una storia fortemente rappresentativa del Credo americano: quella di una persona che si è fatta da sé, che ha saputo sfruttare appieno le proprie potenzialità per raggiungere così il benessere economico (mostrandosi, dunque, di successo) ed essere di sostegno per l’intera famiglia. Russell rende Joy un’icona del suo tempo, latrice di un insegnamento già universalmente riconosciuto e la protagonista perfetta di una vicenda dal sapore fiabesco.

 

About Simone Bracci 277 Articoli
Alla ricerca estrema dell'originalità, quel talento nascosto che il cinema porta a galla con classe ed eleganza d'autore.
Contact: Website